Agnolotti al Plin nel Nido di Erbe e Fiori di Campo

tortelli_fiori_contest

Agnolotti al plin nel nido di erbe e fiori di campo Ricetta dedicata alla Gibson Flying V INGREDIENTI: Per il ripieno: 100 gr arrosto di vitello, 100 gr arrosto di coscia di coniglio, 100 gr di salsiccia di Bra, brodo vegetale, 100 gr scarola, 2 uova, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale e pepe Mettere in pentola, con olio, carota, sedano e scalogno, i due pezzi di arrosto e la salsiccia spellata e lasciar insaporire per 20 minuti, aggiungendo brodo vegetale caldo. Aggiungere poi la scarola lavata e tagliata a pezzi e continuare la cottura fino a che la scarola sarà ben appassita. Far raffreddare e passare al mixer, quindi aggiungere le uova, il parmigiano ed aggiustare di sale e pepe. Per la pasta: 300 grammi di farina bianca, 1 uovo intero, 3 tuorli, acqua fredda q.b. Setacciare la farina, fare il buco in mezzo e mettervi l’uovo ed i tuorli, con un pizzico di sale. Impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, aggiungendo, se serve, acqua fredda. Lasciar riposare l’impasto, coperto da un panno, per mezz’ora al fresco. Staccare un pezzo di pasta alla volta e passarlo nella macchinetta da pasta, fino ad arrivare allo spessore più sottile e avendo cura di tenere il restante panetto ben coperto perchè non asciughi. PREPARAZIONE: Una volta pronta la prima sfoglia (sufficiente 5 cm di larghezza) iniziamo a depositare il ripieno (palline grandi quanto una nocciola) a 2/3 cm di distanza. Ripieghiamo per il lungo la sfoglia coprendo il ripieno e schiacciamo bene per far aderire la pasta. Chiudiamo i singoli agnolotti pizzicando tra un ripieno e l’altro, quindi li tagliamo con la rotella dentata. Poniamo i nostri Plin su un cannovaccio spolverato di farina. Proseguiamo così fino ad esaurimento del ripieno. Conserviamo i nostri agnolotti al fresco, coperti da un panno. Preparazione del piatto: puliamo bene e laviamo in acqua fredda circa 300 gr di erbe e fiori selvatici, tenendo da parte i fiori più belli. Tuffiamo le nostre erbe ed i fiori in acqua leggermente salata bollente e dopo 4/5 minuti li scoliamo, avendo cura di conservare l’acqua di cottura. Formiamo con le erbe sbollentate dei nidi. Riportiamo a bollare l’acqua di cottura, aggiungendo se serve del sale grosso e quando bolle vi tuffiamo i nostri agnolotti, scolandoli dopo qualche minuto, quando vengono a galla. Li condiamo con poco burro salato e li sistemiamo nel nido di erbe, decorando con i fiori freschi, che avevamo tenuto da parte. Buon appetito! Daniela Petrone agnolotti al plin

Mr.Nice Guy

dannatamente bello, dannatamente intelligente, praticamente perfetto.


Caricando...