Tajin di verdure con cous cous alla Queensryche

IMG_9489

Tajin di verdure con cous cous alla Queensryche

Ascolto consigliato: Guardian by Queensryche

Per la realizzazione di questo piatto vi ci vorrà un Tajin, potrete comprarlo nei negozi etnici o nei casalinghi.
È il tipico tegame di terracotta della cucina dell’Africa del Nord e si chiama, appunto, tajin.
La sua particolarità è quella di poter effettuare una cottura quasi al vapore ma molto saporita, i piatti infatti sono intrisi di spezie, che però mantiene inalterato il sapore dei singoli ingredienti.
Il risultato è simile a uno stufato, quindi si possono benissimo cucinare verdure, carne rossa e pesce.
In questo caso facciamo una preparazione base con le verdure e un po’ di legumi ma la modalità di preparazione non cambia anche se si aggiungono carne o pesce.
Ci accompagnano in questo viaggio gastronomico i Quennrsryche tornati in splendida forma dopo anni di silenzio e casini vari.
Con il loro nuovo lavoro Condition Human riaffermano il loro posto del mondo del rock progressive.
Quindi speziate e fatevi guidare dalle note di questa splendida Guardian.

Tajin di verdure con cous cous alla Queensryche

Ingredienti per 4 persone:

1 tajin da 4 porzioni
350gr di zucca gialla
1 broccolo
1 cipolla bianca media
1 peperoncino fresco
2 carote
250gr di ceci già lessati
2 foglie di salvia
1 cucchiaio di ras el hanout o garam masala scuro
2 cucchiai di olio
Sale qb

Per il cous cous:

250gr di cous cous precotto
300gr di acqua bollente
2 cucchiai di olio
Sale e pepe qb

Procedimento:

Per prima cosa facciamo il cous cous: mettete la semola su una terrina e condite con sale, pepe e olio.
Aggiungete l’acqua bollente, mescolate leggermente e coprite con un coperchio.
Lasciate riposare in modo che la semola si gonfi e intanto ci occupiamo delle verdure.
Mondate e pulite tutte le verdure, tagliatele grossolanamente, non a pezzi troppo piccoli, compresa la cipolla.
Affettate il peperoncino.
Mettete nel tajin tutte le verdure fresche, il peperoncino, la salvia e il ras el hanout e i ceci.
Salate e mischiate bene con le mani, aggiungete l’olio e mescolate ancora usando sempre le mani, ricordatevi che sono il vostro migliore utensile.
Aggiungete acqua bollente fino a due dita dal bordo del tajin e mettete sul fuoco a fiamma alta per cinque minuti.
A questo punto continuate la cottura a fiamma media per 15 minuti.
Se sentite che manca acqua aggiungetene un po’ durante la cottura.
Sentite se le verdure sono morbide spegnete il fuoco.
Il tajin trattiene a lungo il calore e quindi il cibo continua a cuocere per almeno altri 5 minuti.
Ora togliete il coperchio al cous cous e sgranatelo dapprima con una forchetta e poi con le mani.
Assaggiate se è giusto di sale e pepe sennò aggiungetelo.
Fate un po’ di spazio sul tajin e mettete al centro il cous cous.
Servite accompagnato dalla Arissa, la la salsa di peperoncino tipica della cucina del mediterraneo.
Un tripudio di colore e sapori…

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...