Tartare di Filetto alla Jon Bon Jovi

tartare di filetto bon jovi

Per darvi la ricetta della Tartare, approfitto del fatto che arriverà a presentarlo in Italia il prossimo 27 giugno.

Vi racconto anche un aneddoto che ci vede entrambi protagonisti.

Era il 16 novembre 1988 e dopo la serata al palatrussardi che oltre a Bon Jovi vedeva sul palco anche Lita Ford, sappiamo di un party organizzato da una linea di Jeans di cui non ricordo il nome (forse Spitfire) e che l’intera band avrebbe partecipato… ci precipitammo ma ci rimbalzarono come palline da tennis all’ingresso e come noi, tutti quelli che si erano presentati nel tentativo di entrare senza invito.

Sta di fatto che dopo mille peripezie riusciamo ad entrare io ed un paio di amici e ci ritroviamo in un locale deserto con una torta enorme brandizzata, Jon BonJovi e band al completo, i rappresentanti del brand e gli organizzatori del concerto… una scena “fantozziana”, imbarazzo totale, taglio di torta e fuggi fuggi generale dopo pochi minuti…
Mi ricordo di aver scambiato due parole con Ritchie Sambora, di aver offerto almeno 5 sigarette ad Alec John Such e di essermi fatto fare un autografo da David Bryan sul biglietto della autobus che allora si faceva però chiamare con il suo vero nome Bryan Rashbaum e quindi non è nemmeno più valido ( intendo l’autografo anche perché il biglietto era pluriobliterato )

Insomma un party davvero riuscito e così esclusivo che non c’era nessuno.

E visto che il bel Jon nonostante i 50anni suonati continua ad essere considerato un gran bel manzo come non dedicargli una tartare di filetto alla Jon Bon Jovi appunto?
Beh eccola!

Ingredienti per 2 persone:

300 gr. di filetto di manzo sceltissima
2 cucchiaini Worcestershire sauce
2 cucchiaini di Succo di limone
2 cucchiaini di Olio Extra vergine
2 tuorli d’uovo freschissimo
1 cucchiaino di Tabasco
1/2 cucchiaio di Scalogno tritato
1/2 cucchiaio di Capperi tritati
1/2 cucchiaio di Senape
1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato
Sale e Pepe Q.B.

Preparazione:

Tagliamo in pezzetti molto piccoli e a coltello il filetto. sgrassandolo se necessita e levando i filamenti nervosi ottenendo così una magnifica tartara senza però spappolarla.
Mettiamo la carne tagliata in questo modo in una ciotola.
Tritiamo il prezzemolo, i capperi e lo scalogno.
Mettiamo ora tutti gli ingredienti tritati nella ciotola e li mischiamo alla carne aggiungendo poi succo di limone, senape, sale, pepe, tabasco, la Worchestershire sauce e uniamo anche l’olio mischiando bene il tutto.
Dividiamo l’impasto in 2 parti uguali e gli diamo una forma sferica e con il fondo di un bicchiere piccolo, facciamo una cavità al cento dell’impasto e li mettiamo un tuorlo d’uovo ripetendo la stessa operazione anche per la seconda tartare.

Il vino consigliato da Vania Valentini:

Grazie alla morbidezza dei rosati, la loro moderata acidità e i tannini appena accennati in un piatto come questo a base di carne cruda, trovo perfetto l’abbinamento con un bel rosè come il Lagrain Rosè della cantina Tramin, Subtirolo, Alto Adige.Questo vino si presenta con un bel colore rosato dalle vibrazioni rubino chiaro, e propone un profumo delicato e gradevole. Il sapore è fresco, stimolante e invitante, emergono note di frutta fresca, ciliegia e lampone, con ricordi di bacche e susine rosse. Il palato è fragrante e l’acidità vibrante, le sensazioni fruttate si allacciano a toni agrumati, il finale è di buona lunghezza. Di grande eleganza e equilibrata sapidità e da servire a una temperatura di 10/12°.

tartare di filetto alla bon jovi

Andrea Bariselli

Musicista, Produttore, Manager di artisti, Editore musicale, Marito, Giocatore professionista di Fifa, Portiere il giovedì sera ma sopratutto REAL ROCKchef! Cura la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...