Spirali di Trota alla Nirvana

Spirali di Trota alla Nirvana

Tempo fa lessi una dichiarazione di Kurt Cobain: diceva che i fiori di papavero sono generosi…Anche i semi di papavero lo sono e in cucina danno quel sapore così alternativo che si sposa benissimo alla musica dei Nirvana. Ho deciso quindi di preparare dei filetti di trota con semi di papavero e una salsa allo zafferano profumata all’aneto.

Mi sembra un giusto tributo al personaggio e alla sua musica.

Ingredienti (per 4 persone):

4 filetti di trota salmonata spellati e diliscati
1 scalogno tritato
2 spicchi d’aglio interi (sbucciati e privati dell’anima)
1 bicchiere di vino bianco
30 ml. di olio extra-vergine di oliva
Farina
Semi di papavero
50 ml. di latte fresco
50 ml. di panna fresca
20 gr. di burro
Una bustina di zafferano
Sale, pepe

 

Preparazione:

spirali-trota-nirvana-1

Lavare I filetti di trota, asciugarli, spennellare la superficie con poco olio e cospargere di semi di papavero, premendo leggermente in modo da farli aderire;

spirali-trota-nirvana-2

Arrotolare i filetti su se stessi formando delle spirali, lasciando i semi di papavero all’interno;

spirali-trota-nirvana-3

Legare gli involtini con i lacci in silicone (o con dello spago da cucina), poi infarinarli.

spirali-trota-nirvana-4

Far soffriggere l’aglio per due minuti nell’olio, poi rosolare le spirali da tutti i lati; bagnare con il vino e lasciar sfumare;
Aggiungere il sale e il pepe;
Lasciare cuocere coperto per circa 10 minuti;

 

spirali-trota-nirvana-5

In un pentolino mettere il burro e lo scalogno tritato, soffriggere per 2-3 minuti;
Versare il latte e la panna mescolando continuamente;

 

spirali-trota-nirvana-6

Sciogliere lo zafferano in poco latte caldo e aggiungere alla miscela di panna e latte, salare e cuocere fino a che la salsa avrà la consistenza desiderata;

Servire le spirali di trota con la salsa di zafferano e decorando con dell’aneto.

 

Spirali di Trota alla Nirvana

Spirali di Trota alla Nirvana

 

Vittoria Fitz Williams

Mamma, psicopatica, Rocky Balboa-dipendente, chef e chef pâtissier per il mio diletto e per il piacere di chi assaggia le mie creazioni, adoro la classica, l’hard&heavy e Tiziano Ferro. Ah, dimenticavo… di lavoro faccio il chimico.


Caricando...