Puntine di maiale alla ZZ Top

Puntine di maiale alla ZZ Top

Ok, mentre posto questa ricetta di puntine di maiale ci sono -1° e una gran nebbia, quindi non proprio tempo da BBQ: suppongo questi siano problemi che raramente toccano i texani, maestri di questa specialità e sempre esagerati in tutto, dalle dimensioni delle griglie a quelle dei tagli di carne da metterci su. E chi sono i più texani di tutti, se non gli ZZ Top, le barbe più famose del rock?

Ed ecco cosa serve per i soliti 4 dotati di un sano appetito e, magari, di una barba sulla quale far colare gli appiccicosi succhi che sgorgheranno da queste delizie. Le quantità sono sommarie e adattabili al vostro gusto personale, sennò che divertimento ci sarebbe? Ah, serve anche un forno…

Ingredienti:

4 kg. di puntine di maiale (le baby back-ribs sarebbero meglio). Chiedete al macellaio di lasciare il pezzo intero e non dividerle, così resteranno più tenere e saranno più facili da gestire quando vanno girate. Volendo potete farle tagliare perpendicolarmente all’osso a un’altezza di 10 cm. in modo di avere pezzi più maneggevoli
Abbastanza succo di mela limpido da riempire la teglia di cottura con un centimetro di liquido
4 (a seconda dei vostri gusti) spicchi d’aglio sminuzzati
1 pezzo di zenzero fresco lungo una decina di cm. ridotto in polpa
2 peperoncini freschi, a vostra scelta, tagliati a rondelle
2 cucchiai di aglio in polvere
2 cucchiai di cipolla in polvere
1 bicchiere di Jack Daniel’s
La vostra salsa BBQ preferita (io di solito opto per quelle al miele o affumicate. Che, naturalmente, si possono mischiare…)
Sale
Pepe nero

 

Procedimento:

– Accendere il forno e portatelo alla temperatura di 150°;

– Nel frattempo prendere un pezzo (come diavolo si traduce “rack”?!?) di puntine, metterlo con la parte concava verso l’alto e infilare uno spiedino di metallo (o anche un cacciavite piatto sottile) sotto la pellicola che ricopre una delle ossa;

– Sollevatela facendo leva, infilateci un dito sotto e continuate a sollevare per asportare tutta la pellicola: ripetere con tutti i pezzi. Sembra un operazione molto più complicata da fare di quanto non lo sia davvero, ma vi libererà di una parte che durante la cottura diventa molto dura;

– Mischiare aglio e cipolla in polvere, sale e pepe e strofinarci le puntine sopra e sotto;

– Mischiare in un contenitore il succo di mela, il bourbon, l’aglio, i peperoncini e lo zenzero e versare il composto nella teglia (o nelle teglie);

– Mettere le puntine nella teglia, infornate e lasciate cuocere per quattro ore, girando le puntine ogni ora;

– A cottura ultimata, estrarle dal forno, lasciarle raffreddare per cinque minuti e spennellarle abbondantemente sopra e sotto di salsa BBQ;

– Metterle sul barbecue ben caldo per dieci minuti (in mancanza di BBQ, accendere il grill del forno e reinfornarle);

– Girarle e lasciarle sul BBQ (o sotto il grill) altri dieci minuti, facendo attenzione che non si brucino;

– Mettere nei piatti e tagliare in pezzi singoli;

Sbrodolarsi e impiastrarsi a piacimento.

Il vino consigliato da Vania Valentini:

Perfetto qui l’abbinamento con un vino come il Nero d’Avola in purezza, e in questo caso il Plumbago di Planeta, Sicilia.
Invitante e intrigante, si presenta con di un bel colore rosso intenso dai riflessi viola; l’olfatto è un tripudio di profumi che ricordano la frutta rossa matura, la prugna, le more, le spezie, il pepe nero, il caffè e il cacao. Morbidissimo e di corpo al palato, dove il frutto ritorna e si allaccia alle sensazioni fruttate, perfettamente integrate alla trama tannica e in perfetta armonia con la freschezza. Lunghissima la persistenza gustativa.
Da servire ad una temperatura di 14- 16 C° .

Puntine di maiale alla ZZ Top

Puntine di maiale alla ZZ Top

Enrico Salvini

Metallaro, papà casalingo 24/7, motociclista (momentaneamente appiedato, ma con tre cassonetti a due ruote fuori uso in garage), amante di viaggi, serials, film, comics e tavole originali. Cinque anni di istituto alberghiero buttati giù per lo scarico, ma difficilmente ricevo rifiuti quando invito amici a cena. Se portassi simboli religiosi addosso, alla catenina ci sarebbe appeso un hamburger, medium-rare. Curo la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...