Polpette di Luganega alla Incubus

polpette_di_luganega_alla_incubus

Polpette di luganega da…Incubus

C’erano i brani casuali, poco fa, nel mio i tunes. Oh non li ascoltavo da un casino di tempo gli Incubus, sono comparsi e allora mi son detta ‘rispolveriamoli’.

Non so dire se ne sentissi la mancanza o meno. Ecco no non direi mancanza, direi piuttosto come quando ti portano un piatto di lasagne al pesto e dici ‘minchia le lasagne al pesto’ e te le scofani anche tutte, però in realtà non è che le avevi chieste.

Vabè fatto sta che il mio pezzo preferito risale al 2006 ed è questo qui

tanto per cominciare, a seguire direi che sarebbe anche il caso di dare la ricetta che, personalmente, trovo una figata e quindi non ha niente a che vedere col nome del gruppo: polpette di luganega e ketchup di peperoni.

Ingredienti (per circa 10 polpette)

300g di luganega
1 cipolla
2 fette di pane bianco
latte
parmigiano grattugiato
burro
sale&pepe

per il ketchup

1 peperone rosso
2 cucchiai di aceto
1 cucchiaio di zucchero di canna
zenzero
tabasco

Preparazione:

Per preparare le polpette di Luganega, per prima cosa mettete il peperone a sudare in forno a 140° così da potergli togliere facilmente semi e pelle (a meno che non vogliate arrostirlo sul fornello impuzzolentendo tutta la cucina); mettetelo in un sacchetto di plastica a raffreddare così sarà ancora più semplice. Una volta pronto per essere manipolato tagliatelo a pezzettini. Mettete lo zucchero, lo zenzero e l’aceto sul fuoco per creare una sorta di sciroppo che unirete al peperone e poi minipimer! frullate fino a che non otterrete quella sorta di cremosità da ketchup e aggiungete qualche goccia di tabasco secondo il vostro gusto (è fortino…)

POI
tagliate sottile la cipolla e fatela appassire per bene in una padella.
Prendete la luganega, privatela della pelle e impastate con il pane bianco ammollato e strizzato nel latte, unite la cipolla, parmigiano grattugiato, salate e pepate. Non ho aggiunto uova, ma siete liberi di farlo. Create delle polpette delle dimensioni che più vi aggradano e cuocetele in abbondante burro.

polpette di luganega incubus

Beatrice Tarizzo

..dovrei studiare per laurearmi e invece cucino. La mia serata ideale è una cena dove dico io e magari un bel trio jazz. Piango spesso con Jimmy Page, in realtà dovevo chiamarmi Ella Fitzgerald, ma qualcuna qualche anno prima mi ha rubato il posto. Ho un gatto sulla clavicola e le dita sempre in viaggio sulla tastiera. Se volete leggermi mi trovate anche qui: http://www.doppimenti.com/


Caricando...