Faraona Ripiena alla Brian Setzer

faraona_brian_setzer

Faraona ripiena alla Brian Setzer

C’è chi la prepara a Natale, chi la prepara a capodanno…io la preparo a prescindere, è un evergreen però effettivamente nelle feste ci sta mettersi a farcire bestiame vario.
Perché la faraona? Perché il tacchino è da thanksgiving e il pollo da tutti i giorni.
Perchè Brian Setzer? Perché ha fatto un sacco di canzoni natalizie ben più divertenti dei soliti White Christmas, tipo questa

io mi sono messa ben d’impegno a disossare 2 faraone intere, poi le farcite e legate. Se trovate i petti già puliti o avete un buon macellaio con tanta pazienza, meglio per voi. Serviamo con un contorno di cipolline in agrodolce.

Ingredienti (x 6 persone)

2 petti di faraona
20 castagne
150gr. di salsiccia
8 fette di pancetta stesa (o lardo pancettato)
rosmarino
sale – pepe

per il contorno

500gr. cipolline
4 cucchiai di zucchero
aceto balsamico
olio- sale

Preparazione

Fate cuocere le castagne a 180° per 20 minuti, lasciate che raffreddino e poi pulitele. Potete farle a pezzettoni grossolanamente o lasciarle intere.
Disponete sui petti la salsiccia cui avrete tolto il budello, le castagne, salate e pepate.
Arrotolate i petti facendo attenzione a non far uscire il ripieno, avvolgeteli nella pancetta e legate con lo spago da cucina a mo’ di arrosto.
Infornate a 200° per 30 minuti aggiungendo qualche ramo di rosmarino nella teglia.

In una padella mettete le cipolline che avrete sbucciato con un filo d’olio e fatele andare con una presa di sale, aggiungete lo zucchero e fate caramellare. Unite un pochino d’acqua se troppo asciutte e lasciate che si ammorbidiscano per bene. Sfumate con l’aceto balsamico e fate restringere.

Faraona ripiena_Brian Setzer

Beatrice Tarizzo

..dovrei studiare per laurearmi e invece cucino. La mia serata ideale è una cena dove dico io e magari un bel trio jazz. Piango spesso con Jimmy Page, in realtà dovevo chiamarmi Ella Fitzgerald, ma qualcuna qualche anno prima mi ha rubato il posto. Ho un gatto sulla clavicola e le dita sempre in viaggio sulla tastiera. Se volete leggermi mi trovate anche qui: http://www.doppimenti.com/


Caricando...