Ravioli di asparagi alla Alice in Chains

ravioli con asparagi

Ravioli di asparagi alla Alice in Chains

Ascolto consigliato: Man in the box by Alice in Chains

Per fare questo piatto ci vuole tempo, pazienza e un sacco di amore.
Non potete distrarvi, spegnete la tv e lasciatevi cullare dalla musica.
Gli asparagi sono delicati, ci vuole cura e rispetto.
Lavorate più che potete con le mani, curate i dettagli e l’impiattamento e stupirete i vostri ospiti a tavola.
Alla fine è un piatto semplice ma molto strutturato che stupirà molti, così come fece questa favolosa hit degli Alice in Chains nel lontanissimo 1991.

Ravioli di asparagi alla Alice in Chains

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di farina di farro
100gr di farina di farro per stendere la sfoglia
4 uova intere
1 kg di asparagi
1 scalogno
1 peperoncino
3 cucchiai di olio evo
500gr di pomodorini tipo datterino
300 gr di code di mazzancolle sgusciate
Sale qb

Procedimento:

Per prima cosa pulite gli asparagi eliminando il gambo finale e poi tagliateli a fette conservando le punte intatte.
Mettete a bollire dell’acqua in un tegame.
Immergeteli nell’acqua bollente e fate cuocere per 4 minuti.
Scolate per bene e tenete da parte 5-6 punte
Sbucciate e tritate lo scalogno, affettate il peperoncino.
In una padella anti aderente mettete metà dello scalogno e metà del peperoncino con un cucchiaio di olio.
Accendete il fuoco e fate soffriggere a fuoco medio, appena lo scalogno diventa trasparente salate e aggiungete gli asparagi.
Fate cuocere pochi minuti, devono solo insaporirsi, salate per bene.
Spegnete il fuoco e passate tutto al frullatore ad immersione fino ad ottenere una salsa cremosa.
Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
In un tegame mettete lo scalogno avanzato e il peperoncino insieme a due cucchiai di olio.
Fate soffriggere e aggiungete i pomodorini, salate e fate cuocere per circa 15 minuti aggiungendo un po’ di acqua se serve.
Lavate le mazzancolle, se sono grandi tagliatele a pezzi.
Adesso facciamo la pasta:
in una terrina mettete 400gr di farina, un pizzico di sale e fate un buco al centro dove adagierete le uova sgusciate.
Mescolate dapprima con una forchetta e poi con le mani.
Dovete lavorare l’impasto per almeno 5 minuti, fino a che non sarà liscio ed omogeneo.
Intanto montate la macchina per stendere la pasta o preparate i bicipiti per tirare la sfoglia a mano con un mattarello.
Tirate non sottilissima, io arrivo a 5, non di più.
Con un coppapasta rotondo fate dei cerchi della grandezza che desiderate.
In ciascuno mettete un cucchiaino di crema di asparagi e un pezzo di mazzancolla.
Chiudete con un cerchio di pasta stando attenti a non fare fuoriuscire il ripieno.
Questa è una operazione che va fatta con le dita leggermente umide, così da sigillare bene i bordi dei vostri ravioli.
Man mano che sono pronti adagiateli sopra un foglio di carta forno spolverato di farina in modo che non si appiccichino.
Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta.
Appena bolle salatela e mettete i ravioli, fatelo delicatamente in modo che non si rompano.
Fate cuocere per circa 10 minuti.
Il tempo di cottura dipende da quanto sottile è la sfoglia.
Dopo 5-6 minuti toglietene uno e fate la prova.
Intanto scaldate il sugo di pomodoro e frullatelo con un frullatore ad immersione fino ad ottenere un “cappuccino” di pomodoro.
Appena i ravioli sono cotto scolateli.
Su un piatto da portata o su piatti individuali mettete una base di cappuccino di pomodoro, qualche raviolo, un ciuffo di crema di asparagi e le punte che avete tenuto da parte.
Un piatto sublime, che vale tutto il lavoro che c’è dietro, tutto da gustare, lontani dai rumori ma vicini alla buona musica.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...