Risotto alla Milanese Stratovarius

risotto_stratovarious

E come spesso di dice: “C’e sempre una prima volta per tutto“, ebbene il Risotto alla milanese 
è stato uno dei primi risotti che ho imparato a cucinare tanti anni fà (non tantissimi però se no sembro troppo vecchio) quando ero alle prime armi.
Un must nella cucina lombarda, un sapore inconfondibile di zafferano arricchito dal gusto del midollo di bue .
E il mio primo concerto? …

gli Stratovarius al Palalido di Milano, accompagnati dagli allora non ancor famosi Rhapsody e Sonata Artica.

Che dire, una ricetta della prima volta piena di ricordi, belle emozioni e grande musica

Risotto alla Milanese Stratovarius

Ingredienti per 2 persone:

200 gr. riso vialone nano
1 bicchiere di vino bianco secco
70 cl.   brodo
25 gr. midollo di bue
25 gr. burro
30 gr. formaggio grana
1/4 cipolla tritata finemente
1 bustina di zafferano

Preparazione:

Per preparare un ottimo risotto alla milanese per prima cosa far appassire in una padella  la cipolla, il burro e il midollo di bue, aggiungere il riso e tostarlo.

Ora aggiungere il vino bianco e farlo sfumare mescolando il riso, poi aggiungere 1/3 del brodo e portarlo a cottura mescolando di tanto in tanto. Quando il brodo è ben assorbito e il riso quasi cotto, aggiungere la bustina di zafferano e il restante brodo e portare a termine cottura .

Togliere la padella dal fuoco e mantecare con il burro e il formaggio grana.

Il vino consigliato da Vania Valentini:

Data la presenza dello Zafferano, in abbinamento a questo piatto proporrei un vino dalla delicata aromaticità. Un Gewurtztraminer dell’Alto Adige come quello di Hosfatter per esempio.
Si presenta elegante al calice, con il suo giallo paglierino carico e luminosissimo. Aromatico al naso con i suoi caratteristici sentori di rosa e lichi, note speziate ed affumicate, inebrianti. Al palato il gusto è denso, ricco dal corpo saldo e dalla spiccata freschezza. Gradevolissimo e persistente.
Da servire ad una temperatura di 6°-8°.

Risotto alla milanese_stratovarius

Gianpiero Giovanardi

Emiliano DOC, professione chef, metallaro e batterista nel (poco) tempo libero amante dei film horror e delle arti marziali. Sposato, sempre pronto a mettersi in gioco.. Il mio motto? LONG LIVE ROCK AND ROLL!!!!! m/


Caricando...