polpette di carni bianche con topinambur alla Kasabian

polpette_topinambur_kasabian

Ascolto consigliato: “Eez-eh” by Kasabian

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Sono sicura che i Kasabian apprezzerebbero queste Meat balls un po’ rivisitate e dai sapori un po’ particolari.
Reduci dalla data italiana del loro tour a Milano dove hanno fatto ballare e cantare tutti, qua ve li propongo con questa canzone apparentemente leggera e canticchiabile ma molto pungente se si legge tra le righe.
Per fare queste polpette useremo carni di pollo e tacchino con un favolso sugo di pomodoro piccante e accompagneremo tutto con il topinambur, questa radice antica che trifolata ha quasi il sapore del carciofo.
Armatevi di pazienza e di buona volontà, fare le polpette è sempre una esperienza.

Polpette di carni bianche à la Kasabian

Ingredienti:

500gr di petto di pollo e tacchino macinati
1 uovo
200gr di pane grattugiato
Salvia, rosmarino e prezzemolo
500cc di pomodori pelati
1 cipolla bianca grossa
1 peperoncino
400gr di topinambur
3 spicchi di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
4 cucchiai di olio e.v.o
Sale qb

Procedimento:

Abbiamo diverse preparazioni da fare, direi che partiamo dal topinambur.
Tenete a portata di mano 1,5L di acqua calda.
Sciacquatelo bene sotto l’acqua eliminando il terriccio.
Non sbucciatelo, è più buono con la buccia.
Affettatelo finemente, sbucciate e schiacciate l’aglio, lavate e triatate il prezzemolo.
In un tegame basso mettete 2 cucchiai di olio, l’aglio e accendete il fuoco a fiamma media.
Appena inizia a sfrigolare aggiungete il topinambur e girate per bene.
Salate e coprite con circa 1 bicchiere di acqua calda.
Coprite il tegame e lasciate sobbollire a fuoco basso per circa 15 minuti o almeno fino a che il topinambur non sarà morbido.
Spolverate con il prezzemolo e tenete in caldo.
Intanto preparate il sugo di pomodoro: sbucciate e tritate finemente la cipolla, affettate il peperoncino eliminando qualche seme se non amate troppo il piccante.
In un tegame basso e capiente mettete due cucchiai di olio, la cipolla e il peperoncino.
Accendete il fuoco a fiamma media e fate rosolare fino a che la cipolla non diventa trasparente.
Salate leggermente e aggiungete i pelati leggermente schiacciati.
Salate e aggiungete circa 330cc di acqua bollente.
Fate sobbollire a fiamma bassa e intanto preparate le polpette.
Lavate e triate tutti gli odori.
In una ciotola mettete la carne di tacchino e pollo macinata, salate, aggiungete gli odori e mescolate con una forchetta.
Fate nu buco al centro e metteteci l’uovo intero.
Rompetelo con una forchetta e amalgamate bene alla carne.
Aggiungete piano piano il pane grattato fino a riuscire a lavorare le polpette con le mani.
Non deve essere troppo sennò le polpette saranno troppo secche all’interno.
Lavorate per bene e bagnatevi le mani.
Preparate un piatto con un letto di pane grattato e fate le polpette, decidete voi la grandezza.
Man mano passatele nel pane grattugiato e appena saranno tutte pronte tuffatele delicatamente e una ad una nel sugo di pomodoro.
Girate piano e controllate la consistenza del sugo, se vi sembra troppo denso aggiungete un po’ di acqua bollente.
Mettete la fiamma al minimo e fate cuocere a tegame coperto per circa 25 minuti.
Assaggiate di sale e provate una polpetta per vedere se è cotta.
In caso continuate la cottura altri 5 minuti.
Siamo pronti per portare in tavola queste delizie.
Scaldate il topinambur e aggiustate di sale.
In un piatto mettete da una parte una base di sugo di pomodoro e poi una generosa porzione di polpette.
Accanto mettete qualche cucchiaiata di topinambur e portate in tavola canticchiando.
Un piatto che vi scalderà il cuore, tutto autunnale.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...