Paella alla Mago de Oz

paella_carne_pesce_mago_de_oz

Paella alla Mago de Oz

Paella mista con carne e pesce o solo con pesce, un piatto unico dai mille colori e da un profumo irresistibile. Originaria della comunità valenziana era un cibo dai caratteri umili a base di riso condito con gli ingredienti che c’erano a disposizione.

Il nome di questa ricetta deriva dal tipo di padella utilizzata molto larga e poco profonda e munita di due manici ai lati.
Ma questa ricetta non è completa senza un gruppo degno di nota…
Ecco gli spagnoli mago de oz, un misto di folk metal e medieval rock non unici in questo genere ma che con il cantato in lingua madre si distinguono certamente dagli altri che fanno questo genere.
Con oltre vent’anni di carriera all’attivo, sono una certezza nel panorama rock e metal, quindi non vi resta che accendere i fornelli e preparare la paella ascoltando i Mago de Oz così oltre che assaporare un piatto tipico potrete ascoltare musica originale in lingua spagnola.

Ingredienti per 2 persone:

200 gr. riso
250 gr. cozze
100 gr. gamberetti sgusciati
100 gr. anelli di calamari
200 gr. petto di pollo
100 gr. di coniglio
1 peperone rosso tagliato a dadini
50 gr. piselli
½ cipolla
1 bustina di zafferano
olio d ‘oliva
sale q.b
1 bicchiere di vino bianco
½ l. brodo vegetale

Preparazione:

Prendere le cozze pulirle poi cuocerle in padella con un filo d’olio e ½ bicchiere di vino bianco finchè non si siano aperte del tutto poi sgusciarle e tenere solo il frutto (i gusci se volete li potete utilizzare come decorazione).
A parte in un una padella capiente far rosolare con due cucchiai di olio la cipolla a rondelle, il pollo e il coniglio tagliati a bocconcini e gli anelli di calamari, salare e sfumare con il restante vino bianco.
Ora a fiamma moderata nella padella unire le cozze, i gamberetti, i piselli, i peperoni tagliati a dadini e cuocere per almeno 10 minuti.
Dopo di che aggiungere il riso, la bustina di zafferano e il brodo vegetale proseguire la cottura per altri 15 minuti mescolando di tanto in tanto fino ad ottenere un riso non troppo asciutto.
Servire e buon appetito!!

Il vino Consigliato da Vania Valentini:

Nonostante il piatto tipicamente spagnolo, qui abbinerei un buon rosè, Francese però, come il Gigondas 2008 Château du Trignon.
Grenache, Syrah e Cinsault sono i vitigni coinvolti, che qui regalano un vino dal bellissimo colore rosa intenso vivo con profumi che vanno dai delicati fiori di campo alle fragoline di bosco, con un’appuntita vena minerale che ricorda la roccia bagnata; il palato è sottile, elegante, compiuto, equilibrato con un allungo nel finale, dove presenta una chiusura fresca e dalle delicatissime note sapide.
Vino da servire ad una temperatura di 10-12 C°

Paella alla Mago de Oz

paella mago de oz

Gianpiero Giovanardi

Emiliano DOC, professione chef, metallaro e batterista nel (poco) tempo libero amante dei film horror e delle arti marziali. Sposato, sempre pronto a mettersi in gioco.. Il mio motto? LONG LIVE ROCK AND ROLL!!!!! m/


Caricando...