La Panzanella alla Bandabardò

la panzanella

La Panzanella alla Bandabardò

Ascolto consigliato: Mojito football Club by Bandabardò

Questo è un classico piatto della cucina Toscana, ma anche un piatto del cuore per me.
Giornate estive in campagna, bambini che corrono, odore di pomodori freschi, di erba tagliata, di sapori semplici.
Pane raffermo da riutilizzare, da mettere a bagno e da strizzare con le mani in piedi sopra la sedia perché a 5 anni ancora non ci arrivi al tavolino.
E risate, un sacco di risate.
Magari non sarà la ricetta originale ma con questa vi regalo un pezzo della mia infanzia e del mio cuore.
E ad accompagnarci una Band Toscana, un sound allegro, musicisti favolosi, il grande Finaz vicino di appartamento a Pisa, tempi lontani, cuore vicino.

La Panzanella alla Bandabardò

Ingredienti per 4 persone:

600gr di pane toscano raffermo senza sale
1 cipollotto fresco
1 cetriolo
1kg di pomodori San Marzano
1 mazzetto di erba cipollina
1 mazzetto di prezzemolo
4 cucchiai di olio
Sale e pepe in abbondanza

Procedimento:

Tagliate il pane in pezzi e mettetelo a bagno su una terrina con poca acqua e un peso sopra.
Lasciatelo così che si ammorbidisca, ci vorrà circa mezz’ora.
Intanto sbucciate il cetriolo e tagliatelo a fette sottili.
Lavate e tagliate i pomodori in pezzetti piccoli.
Lavate e strizzate il prezzemolo e l’erba cipollina, tagliateli finemente.
Affettate la parte verde dei cipollotto finemente.
Togliete il pane dall’acqua e strizzatelo bene, potete avvolgerlo su uno strofinaccio o metterlo su un colino.
Mettetelo su una terrina e condite con olio, sale e pepe.
Unite il cipollotto, i pomodori, il cetriolo, e le erbe aromatiche.
Condite tutto e mescolate per bene.
Se volete potete lasciarla riposare in frigo o mangiarla subito.
Ideale per le gite al mare o le cene veloci e informali, magari accompagnata da delle uova sode ripiene.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...