Muffin con Rosmarino à la Pink Floyd

muffin_ con_rosmarino_pink_floyd

Ascolto consigliato: “Eclipse” by Pink Floyd

Dose per circa 12-14 muffin

Tempo di preparazione: 5 minuti – Tempo di cottura: 20 minuti

Per creare questa delizia goduriosa e lussuriosa mi sono ispirata alle mie piantine aromatiche.
Non so come, una pianta di rosmarino ha iniziato a crescere sul vialetto di casa, molto più bella e profumata di quella che ho piantato io nel mio angolo degli aromi.
Ho pensato che un dono così non andava sprecato e allora ho sperimentato questi deliziosi muffin.
Non vi spaventate, non sarà come mangiare pollo arrosto con una nota dolce, i muffin sono un tripudio di cioccolato e cacao, sopra hanno un top al rosmarino che li rende unici.
Fidatevi, venite con me, andremo alla scoperta della faccia nera della luna e le daremo un tocco di luce.

Muffin con Rosmarino a là Pink Floyd

Ingredienti:

200gr di farina 00
25gr di cacao amaro in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale
250cc di latte di riso
1 uovo intero
120gr di zucchero di canna
80cc di olio di oliva
180gr di cioccolato fondente

Per il top:

220cc di panna vegetale da montare non zuccherata
6 cucchiai di miele di acacia
2 rametti di rosmarino freschissimo

Procedimento:

Accendete il forno a 200°, meglio se ventilato.
Preparate 14 pirottini di allumino ricoperti o di cerchi di carta forno o dei classici pirottini di carta per muffin che si trovano in ogni super mercato.
Mettete il miele su un tegamino anti aderente, lavate bene il rosmarino e sfogliatelo dentro il miele.
Accendete il fuoco a fiamma bassissima e fate scaldare il miele con il rosmarino, appena inizia a bollire allontanatelo dal fuoco, fatelo raffreddare e lasciatelo in infusione.
Potete fare quest’operazione anche con qualche giorno di anticipo, il miele non si rovina, ma attenti ad asciugare bene il rosmarino.
Mettete la cioccolata su un sacchetto, sigillatelo e sfogate tutta la vostra rabbia battendoci sopra con il batti carne o con un mattarello, continuate fino a ridurre tutto in piccoli pezzi.
In una terrina mischiate la farina con il bicarbonato, il sale e il cacao.
Mettete lo zucchero in un’altra terrina insieme all’uovo.
Amalgamate bene con una frusta a mano, dovrà gonfiarsi e fare un po’ le bolle, unite pian piano un po’ del mix di farina e un po’ di latte e olio.
Continuate a mescolare fino a che non avrete finito tutti gli ingredienti.
Amalgamate bene e infine unite la cioccolata, mescolate e trasferite tutto in un bricco.
In questo modo riempire i pirottini dei muffin sarà più semplice e non sporcherete tutta la cucina né le vostre preziose mani.
Trasferite questo bell’impasto nero come la notte nei pirottini, riempiteli per ¾, non di più perché l’impasto si gonfierà in cottura.
Mettete in forno e cuocete per 20 minuti.
Ricordate che i tempi di cottura variano in base al forno e quindi fate sempre la prova dello stuzzicadenti, deve essere umido ma non appiccicoso.
Sfornate i vostri muffin e lasciateli raffreddare, se proprio non resistete, potete assaggiarne uno, se non vi servono tutti, sono buoni anche così!
Per accelerare questo processo toglieteli dai pirottini di alluminio che trattengono il calore.
Mentre i muffin si freddano montate la panna con le fruste elettriche, quando è quasi pronta, metteteci 4 cucchiai di miele al rosmarino, evitate di farci cadere anche le foglie che non sono tanto piacevoli da masticare.
Montate ancora fino a che avrete ottenuto la giusta consistenza.
Trasferite la panna su una sac à poche e guarnite i vostri muffin a piacimento.
Finite con una foglia di rosmarino in cima e mettete in frigo.
Se riposano almeno mezz’ora il contrasto tra cioccolato e rosmarino sarà ancora più invitante.
Provate ad assaggiarne uno, il lato oscuro della luna non è così male vero?
Sono ideali per concludere una cena leggera o da portare ad un pic nic, basterà stare attenti a non rovesciarli.
Se vi è avanzata della panna aromatizzata, portatela con voi, insieme al miele al rosmarino, c’è sempre qualche super goloso che ha bisogno di una carica in più di zuccheri.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...