Deliziose creme vegane alla Rage Against The Machine

creme vegane

Deliziose creme vegane alla Rage Against The Machine

Ascolto consigliato: Wake up by Rage Against the Machine

E già, non potevo che scegliere loro per queste creme senza latte e senza uova, loro che portano avanti da anni la loro campagna in favore degli animali, che da anni sono vegetariani e nonostante questo ci danno dentro da paura.
E già perche c’è la cattiva convinzione che essere vegetariano sia una cosa da femmine un po’ fighette, ma così non è come ben dimostra questa Band.
E con questa ricetta vi toglierete dalla testa tutti i pregiudizi sul fatto che senza latte e senza uova non si può fare nulla.
Queste creme possono essere dei dessert da mangiare da soli o da accompagnare a dei piccoli dolcetti.
Insomma dopo che le avrete assaggiate troverete ogni scusa per gustarle…
E allora mettiamoci all’opera!

Deliziose creme vegane alla Rage Against The Machine

Ingredienti per circa 4 persone:

350cc di latte di riso o di soia
50 gr di zucchero di canna
35gr di amido di riso o di mais
Scorza di limone
1 pizzico di zafferano in polvere

Per le varianti:
scorza di arancia
cannella in polvere
zenzero grattugiato
cardamomo frantumato
cacao amaro

Procedimento:

Per la crema base mettete su un pentolino l’amido di riso e amalgamatelo con poco latte usando una frusta a mano.
Aggiungete il resto del latte e la scorza di limone.
Mettete sul fuoco sempre mescolando, e dopo circa mezzo minuto aggiungete lo zucchero.
Fate scaldare a aggiungete lo zafferano.
Appena inizia a bollire togliete dal fuoco sempre continuando a mescolare, si sarà già tutto amalgamato.
Trasferite su una ciotola e coprite a filo con carta pellicola in modo che non si formi la crosticina mentre si raffedda.
Potete mangiarla anche tiepida, magari su uno strudel alle mele….
Per le varianti di gusto:
Aggiungete le spezie all’amido e le scorze di frutta al latte, il procedimento è lo stesso.
Può essere un’idea interessante anche in vista dei classici dolci natalizia da farcire in casa…
Datemi retta, ne diventerete addicted

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...