Carciofi ripieni alla Pink Floyd

carciofi ripieni

Carciofi ripieni alla Pink Floyd

Ascolto consigliato: Run Like Hell by Pink Floyd

Non chiamatele solo verdure.
Infatti riempiremo questi bei vegetali con della gustosa salsiccia mista a del macinato di manzo, un mix perfetto che si abbina al gusto astringente del carciofo.
La parte più difficile sarà pulirli e prepararli per essere farciti ma saranno favolosi e naturalmente li faremo super piccanti.
Una volta pronti sembreranno quasi dei fiori appena sbocciati.
E allora non potevano che venirmi in mente le immagini cartonate del fantastico The Wall e allora vi farò ballare con la splendida Run Like Hell.

Carciofi ripieni alla Pink Floyd

Ingredienti per 4 persone:

8 carciofi interi
1 limone
2 salsicce
400gr di macinato fino dimanzo
Aromi misti: salvia, rosmarino, maggiorana, timo, prezzemolo
2 cucchiai di olio
2 spicchi di aglio
1 peperoncino intero
Sale qb

Procedimento:

La parte più laboriosa della ricetta è pulire i carciofi ma non vi agitate.
Più facile a farsi che a dirsi.
Preparate una terrina con acqua e il limone spremuto e lasciato dentro.
In gergo si chiama acqua acidulata.
Prendete i carciofi, tagliate il gambo che in questo piatto non ci serve. Eliminate le foglie più esterne e dure.
Tagliate la base del carciofo in modo che possa stare in piedi.
Sdraiate il carciofo sul tagliere e tagliate via la parte finale delle foglie, quella che ha le spine.
Ora con uno spelucchino o un coltellino piccolo scavate il centro del carciofo fino ad arrivare al cuore, eliminando la piccola peluria che non è molto piacevole al palato.
Mettete il carciofo a testa in giù e battetelo sul tagliere in modo da allargare le foglie ed eliminare i residui.
Mettete sulla ciotola con acqua acidulata.
Continuate così per tutti i carciofi.
Schiacciate l’aglio ed eliminate la buccia.
Mettete la salsiccia senza il budello e il macinato su una terrina, salatelo e mescolate bene in modo che si amalgami.
Tritate finemente 2/3 delle erbe aromatiche che avete scelto.
Unitele alla carne e mescolate per bene con le mani.
Prendete i carciofi, scolateli leggermente e salateli.
Riempite lo spazio tra le foglie esterne e interne con il composto e infine il centro del carciofo.
Continuate così per tutti i carciofi.
Se vi avanza un po’ di composto, distribuitelo fra tutti premendo un po’, in modo che nessun carciofo si offenda.
Prendete un tegame basso che possa contenere tutti i vostri carciofi uno accanto all’altro senza che si mettano a ballare durante la cottura.
Mettete sul fondo l’olio e adagiatevi i carciofi l’uno accanto all’altro, devono stare in piedi.
Distribuite l’aglio e le foglie di aromi rimaste sul fondo del tegame.
Unite tanta acqua da ricoprire i carciofi per 2/4.
Accendete il fuoco a fiamma alta e appena inizia a sobbollire mettete la fiamma al minimo.
Coprite il tegame e cuocete per 20 minuti.
Se vi sembra dal rumore che manca acqua aggiungetela bollente sennò non siate curiosi e lasciate cuocere i vostri carciofi con il vapore insaporito dagli aromi.
Dopo venti minuti scoperchiate il tegame e sentite la consistenza alla base del carciofo: deve essere morbido. Il sugo di cottura deve essere abbondante, se serve aggiungete un po’ di acqua bollente e aggiustate di sale.
Lasciate insaporire altri cinque minuti a tegame scoperto e poi spegnete il fuoco.
Se volete servire questi fiori deliziosi come piatto unico vi consiglio di accompagnarli ad una polenta morbida.
Mettete su ciascun piatto due carciofi, due cucchiai di polenta e irrorate con il sugo di cottura.
Sarà una di quelle volte in cui nessuno dei vostri commensali si lamenterà di mangiare solo verdure.
Uno dei miei piatti preferiti per l’inverno.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...