Burger di manzo con Cheddar al Jalapeno alla Tremonti

burger

Burger di manzo con Cheddar al Jalapeno alla Tremonti

Ascolto consigliato: “Another heart” by Tremonti

Un chitarrista eccellente, parte fondamentale degli Alter Bridge che nel suo progetto solista porta fuori tutta la sua grinta e la sua natura metal.
Mark Tremonti non è solo bravo ma anche bello, grintoso e sul palco la sua stella risplende.
Il suo singolo tratto dal nuovo album Cauterize lo rappresenta in pieno e si accompagna benissimo a questo burger, solo per palati forti, solo per veri rokers.
L’ingrediente chiave è il cheddar al Jalapeno, un formaggio pieno, importante e super piccante.
Lo trovate sul web o, per chi può, negli stand delle manifestazioni gastronomiche dedicate all’Inghilterra in giro per l’Italia.
Sarà una ricera faticosa, ma vale ogni morso.

Burger di manzo con Cheddar al Jalapeno alla Tremonti

Ingredienti per due burger:

2 panini tipo tartarughe
350gr di macinato fine di carne di manzo di Chianina
1 cucchiaino di paprica piccante
1 cucchiaino di paprica dolce
4 fette di cheddar al jalapeno
100gr di misticanza
4 fette di speck
1 pomodoro grande tipo costoluto
2 cetrioli
3 cucchiai di olio
1 cucchiaio di aceto di mele
Sale e pepe qb

Procedimento:

Mettete la carne di manzo su una terrina e conditela bene con sale e paprica.
Con le mani formate due polpette e schiacciatele leggermente dandogli la forma di due burger.
Avvolgeteli singolarmente in carta pellicola e metteteli in frigo appoggiati su un piatto.
Lavate l’insalata, affettate il formaggio, lavate e affettate il pomodoro.
Sbucciate i cetrioli e tagliateli in fette sottili.
Tirate fuori dal frigo i burger.
Mettete a scaldare a fiamma alta una griglia o una padella anti aderente capiente.
Appena è calda adagiatevi le fette di speck e fatele cuocere 1 minuto, fino a che diventeranno croccanti.
Tenetele da parte al caldo.
Sulla stessa padella passate uno scottex per pulire il fondo e mettete i burger, fateli cuocere circa 3 minuti per lato.
Girateli solo una volta senza schiacciarli, in modo che non perdano i succhi e la carne rimanga morbida.
Il tempo di cottura dipende da quanto li avete fatti spessi, al centro dovranno rimanere rosati ma non sanguinolenti.
Quando sono quasi cotti adagiatevi sopra le fette di cheddar e abbassate la fiamma.
Coprite con un coperchio e fate sciogliere il formaggio.
Togliete dal fuoco.
Tagliate a metà i panini e su ciascuno mettete due fette di pomodoro, schiacciatele un po’ e aggiungete l’insalata, adagiatevi il burger e terminate con le fette di speck e un’altra fetta di pomodoro.
Accompagnate con una fresca insalata di cetrioli condita con olio, sale pepe e aceto.
Il gusto del cheddar al jalapeno è molto forte e deciso e ci vuole qualcosa di acido che sgrassi un pochino.
Mordete il vostro burger senza ritegno, facendo colare il formaggio sulle dita e sporcandovi un pochino.
Ne vale la pena, ad ogni morso.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...