Crostini Queens of the Stone Age

crostini_queens_of_the_stone_age

Ascolto consigliato: “No one Knows” by Queens of the Stone Age
Difficoltà: facile
Costo: 6 euro
Categoria: stuzzichini
Porzioni:4
Cottura: padella
Cucina: italiana
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti
Vegetariano, senza latticini

Crostini Queens of the Stone Age

Una band meravigliosa, dal suono potente e caldo, grande presenza sul palco come hanno fatto vedere al rock in Idro all’inizio del mese. Un filo conduttore lega queste due ricette: il pane e il batterista del gruppo. Imperdibili entrambe…
Per fare questo piatto e perché sia proprio buono, vi serve prima di tutto il pane giusto. Sarebbe meglio un po’ secco, di almeno un giorno. Un pane tipo focaccia casalinga, quindi potete sbizzarrirvi rispetto a dove vi trovate: va bene il pane di Altamura o pane Pugliese o anche una bella focaccia Toscana senza sale. L’importane è che il pane sia cotto realmente al forno a legna e che abbia una buona consistenza: la crosta più dura e scura e la mollica compatta e morbida.
Vi servono anche degli ottimi pomodori da strusciare sul pane, in questo caso vanno bene le qualità ricche di succo come i Cuore di Bue, i Piccadilly o i San Marzano.
Non vi resta che accendere il forno o una griglia per bruscare il pane e il resto verrà da sé.

Ingredienti:

8 fette di pane tipo pugliese
100gr di spinaci freschi
100gr di bietolina fresca
1 peperoncino
1 spicchio di aglio
4 pomodori tipo San Marzano
3 cucchiai di olio
Sale e pepe qb

Procedimento:

Mettete a bagno gli spinaci e la bietola e lavateli per bene in modo da eliminare il terriccio. Scolateli e asciugateli su un panno da cucina. Affettate il peperoncino a rondelle, eliminate qualche seme, schiacciate e sbucciate l’aglio.
In una padella anti aderente mettete un cucchiaio di olio, l’aglio e il peperoncino, accendete il fuoco a fiamma alta e appena iniziano a sfrigolare aggiungete le bietole e gli spinaci. Mescolate con un cucchiaio di legno in modo che il condimento si distribuisca bene, salate appena le verdure iniziano a calare di volume. Fate appassire per circa cinque minuti, dovranno perdere tutta l’acqua e diventare leggermente croccanti. Intanto fate bruscare le fette di pane su una griglia o nel forno a 220°. Dovranno essere croccanti e colorate.
Lavate i pomodori e tagliateli a metà. Appena il pane è pronto mettetelo su un piatto. Su ciascuna fetta strusciate un pomodoro su un lato, condite con olio e sale, adagiatevi sopra un po’ di erbe piccanti e terminate con un filo di olio.
Fate così per tutte le fette di pane. Potete servirle su un piatto da portata o su un tagliere di legno, dipende dal tono che volete dare alla vostra serata.
Invitate tutti a mangiare con le mani, un piatto così deve essere assaporato con tatto, olfatto e gusto e intanto rifatevi gli occhi con questi bei ragazzi che suonano in sottofondo.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...