Crostini “il buono che non ti aspetti”

crostini_no_reflection_marylin_manson-3

Il buono che proprio non ti aspetti
Ascolto consigliato: “No reflection” by Marilyn Manson
Difficoltà: media
Costo: 8 euro
Porzioni: 4
Cottura: fornello
Cucina: italiana
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti
Vegetariana, senza latte vaccino

Non fatevi ingannare dalla fama di Mister Manson. Se questa ricetta è il buono che non ti aspetti il signore qua citato è il Re delle collaborazioni inaspettate. La canzone scelta per accompagnare questo piatto è un singolo tratto dall’album “Born Villain” la cui uscita è stata anticipata da un cortometraggio diretto e girato da quel belloccio di Shia LaBoeuf. Oltre a questo nelle prime date del tour legato all’album, Hey Cruel World, ha suonato la chitarra con lui sul palco il favoloso Johnny Depp, cercatevi i video su you tube. Vi ho stupito? E ancora non avete letto la ricetta!!!!
Questa ricetta è Primavera, non potete farla in un’altra stagione e tutto quello che vi troverete a cucinare sarà delizioso ma incredibilmente inaspettato, come questa splendida canzone di Mister Manson. Dovete per forza andare in un mercato di frutta e verdura dove si trovano i piselli freschi, vi servono le bucce, con i piselli potrete farci mille ricette, ma per questa vi servono solo gli scarti…vi ho incuriosito vero? Allora mettiamoci all’opera!

Crostini “il buono che non ti aspetti”

Ingredienti:

1kg di bucce di piselli
1 piccolo scalogno
1 piccolo peperoncino
4 fette di pane toscano
2 cucchiai di olio
200gr di stracchino di capra
Sale qb

Procedimento:

Prima di tutto lavate accuratamente le bucce dei piselli e mettetele in una pentola capiente. Coprite con acqua preferibilmente già calda e portate ad ebollizione. Aggiungete un po’ di sale e fate bollire per 8-10 minuti, o almeno fino a che le bucce saranno belle tenere. Appena sono pronte raccoglietele con una schiumarola e mettetele su una terrina. Conservate l’acqua di cottura che vi servirà per passarle con il passino.
Prendete un passino e iniziate a passare le bucce aiutandovi con un po’ di acqua di cottura, vedrete che ne risulterà un bel purè di un verde brillante e acceso, continuate a passarle fino a che saranno finite.
Accendete il forno a 220°
Pelate e tritate lo scalogno, affettate il peperoncino e metteteli in una padella anti aderente con l’olio. Accendete il fornello a fiamma media e fate rosolare, salate e aggiungete il purè di bucce di piselli, se serve aggiungete un po’ di acqua e aggiustate di sale. La consistenza del purè deve essere morbida ma non liquida, dovete riuscire a spalmarlo sui crostini insomma. Fatelo insaporire bene con lo scalogno, basteranno 5 minuti.
Mettete le fette di pane sulla griglia del forno e fatele abbrustolire per bene a vostro piacimento, io le preferisco croccanti, basta 1 minuto per lato.
Intanto prendete lo stracchino di capra e mettetelo su una ciotola, lavoratelo bene con un cucchiaio per renderlo più morbido. Prendete le fette di pane e su ciascuna mettete una dose generosa di purè di bucce, spalmatelo bene su tutta la fetta. Fate le quenelle di stracchino aiutandovi con due cucchiaini: mettete un po’ di stracchino e ripassatelo da un cucchiaino all’altro fino ad avere una bella quenelle liscia. Adagiatene una sopra ciascun crostino e servite subito!
Potete servire questi crostini caldi o anche tiepidi, sicuramente un po’ di calore esalta il sapore degli ingredienti. Vi troverete a mangiare un piatto delizioso, semplice e poco costoso e, soprattutto, inaspettato. Io non dico mai ai miei ospiti con cosa è fatto il purè…prima li lascio mangiare e poi li stupisco…la magia del cibo!

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...