Also Vegans Rock – Il lato Vegano del Rock!

Vegans Rock

Also Vegans Rock – Il lato vegano del Rock!

Arricchire la dieta di “superfood”, spolverare le insalate di semi, bere aloe vera e clorofilla: un mondo nuovo fatto di verdure cotte e crude, proteine nascoste negli alimenti più impensabili e delizie addolcite da foglie tropicali. Una cucina affascinante, alternativa e creativa, alla quale mi sono avvicinata un po’ per caso, un po’ per necessità. Accanto ad essa nuove e vecchie leve della musica rock inglese, da assaporare e riscoprire assieme, perchè la Union Jack non si ferma solo ai Beatles e i Rolling Stones.
Chi l’ha detto che mangiare le nostre cinque porzioni di frutta e verdura debba essere così noioso? E di tanto in tanto, una bella pizza ricoperta da una montagna di mozzarella non ce la toglie nessuno.

Barrette super-energetiche alla Mumford and Sons

Prima ricetta per questo nuovo spazio dedicato ad una cucina del tutto particolare a cui mi sono avvicinata un po’ per caso, fatta di cosidetti “superfood” e sapori spesso contrastanti, spezie e una dieta molto semplice, che tende ad evitare carne, zuccheri raffinati e (ahimè) latticini. Per ogni ricetta cercherò dare linee guida (tags) a seconda della dieta che seguite (vegetariana, vegana, crudista, senza glutine, senza latticini). Questo è stato il mio primo esperimento con le barrette fatte in casa, e da allora non mi ferma più nessuno. Sono comode, pratiche, si conservano a lungo e permettono infinite combinazioni. Ho voluto con queste barrette introdurre un gruppo inglese che tutti conoscere, chiamato Mumford and Sons. A cavallo tra folk e pop, questa band utilizza una formula e semplice largamente conosciuta nel mondo folk, che però è stata in grado di sfondare le barriere e fare breccia nei cuori degli italiani. Semplice e deliziosa, proprio come queste barrette.

Ingredienti

240 gr. frutta a guscio (comprendono a scelta mandorle, noci, pinoli, anacardi, noci di macadamia etc..)
240 gr. di uvetta
240 gr. (12-15) datteri denocciolati

Tritare la frutta a guscio con un frullatore fino a che non sia ben sbriciolata, e riporre in un ciotola. Frullare la frutta secca e i datteri fino a creare un composto omogeneo (sarà necessaria un po’ di pazienza, fermandosi di tanto in tanto per separare il composto con una forchetta). Aggiungere nuovamente la frutta a guscio, e frullare per 2-3 minuti finchè non sia tutto ben amalgamato. Concludere poi mescolando nuovamente il tutto in una ciotola, andando a formare una sfera che verrà infine compressa su una teglia rettangolare.

Ricoprire di pellicola e lasciare i frigorifero per un minimo di 3-4 ore, con un massimo di una notte. La mattina dopo riporre il composto su un tagliere, tagliandolo in singole barrette (8 grandi o 16 mini barrette), e ricoprirle indipendentemente con pellicola trasparente.

Le barrette possono essere gustate direttamente dal frigorifero o dal freezer, in quanto avranno una consistenza più compatta. Altrimenti, portatele con voi nella borsa per uno spuntino pomeridiano, ma saranno più morbide e friabili.

Note

Le barrette si conservano per diverse settimane in frigorifero e ben 3 mesi in freezer.

barrette super energetiche alla mumford and sons

Fabiana Giovanetti

Emiliana trapiantata nella City, Fab è appassionata di marketing, giornalismo e qualsiasi cosa si possa etichettare con l’appellativo ‘geek’. Fab ha trovato nella cucina il suo giardino Zen personale. Tra quinoa e olio di cocco, la sua missione personale è introdurre i più scettici alla cucina alternativa che spazia dal “veganismo”, “crudismo” e i super-food.


Caricando...