Dolce di Azuki di Eva Poles

Eva Poles

Il Dolce di Azuki(アズキ).Credo che esistano vari modi di viaggiare e conoscere diverse culture, uno dei miei preferiti passa attraverso la cucina.

Alla cucina di un luogo appartiene la tradizione culturale che l’ha generata, che a sua volta è influenzata dal clima, dalle risorse alimentari, dalla religione, dall’economia del paese in cui si sviluppa.

Quale miglior modo quindi, per apprezzare le differenti caratteristiche di un luogo, se non quello di conoscere attraverso diverse pietanze i suoi profumi, le combinazioni di sapori inaspettati, le consuetudini alimentari e conviviali.

Sono da sempre una persona curiosa e lo è anche il mio palato, per questo motivo mi affascina moltissimo la cucina giapponese e la sua cultura così lontana da noi, una attitudine culinaria, che ha permesso di creare un dolce che dei fagioli fa il suo principale componente (follia per una friulana come me) abbinando il gusto morbido degli azuki con il profumato e tannico matcha.
Il dolce di Azuki risulta essere una  vera delizia evocativa di luoghi lontani..

Ingredienti :

250 gr. di fagioli azuki (la qualità più diffusa, rosso scuro)
100 gr. di zucchero semolato (opp miele, zucchero di canna ..)
Un pizzico di sale
Panna fresca (alternativa light : panna vegetale..)
Matcha (polvere di tè verde giapponese)

Preparazione:

Ricorda di mettere a bagno gli azuki, la una notte prima di cuocerli.
Elimina l’acqua di ammollo e ponili in una pentola con acqua fredda, porta bollore.
Getta l’acqua della prima ebollizione e sostituiscila con dell’altra fredda, riporta a bollore.
Un trucchetto: se nonostante la bollitura stentassero ad ammorbidirsi, aggiungi all’acqua di cottura mezzo cucchiaino di bicarbonato.
Quando gli azuki diventano morbidi sono pronti da scolare (non buttare l’acqua) .
Con il frullatore ad immersione o con qualunque altro marchingegno ti diletti, lavorali a crema, per facilitare l’operazione aggiungi poca dell’acqua precedentemente conservata.
Il passo successivo prevede una seconda cottura : versa la crema e lo zucchero in una pentola larga e non troppo alta, questo favorirà l’evaporazione dell’acqua .
Aggiusta di sale e cuoci la crema a fuoco dolce, sempre mescolando fino a che non sia addensata correttamente.
Quando mescolando il composto, riesci a vedere il fondo del tegame hai raggiunto il giusto grado di densità, se vedi qualcos’altro.. smetti di bere il sake.. e lascia raffreddare.

Servi la crema in piccole coppette o bicchieri, aggiungi la panna che avrai precedentemente montato e spolvera con il matcha.

Variante 0.1 : suggerisce l’aggiunta di un bacello di vaniglia alla seconda acqua di cottura .
Variante 0.2 : aumentando il tempo di cottura, otterrai un composto con il quale formerai piccole palline che potrai cospargere con matcha o semi di sesamo, cocco e cacao per una versione più occidentale.

Buona degustazione!

Dolce di Azuki di Eva Poles

Andrea Bariselli

Musicista, Produttore, Manager di artisti, Editore musicale, Marito, Giocatore professionista di Fifa, Portiere il giovedì sera ma sopratutto REAL ROCKchef! Cura la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...