Manzo Stroganoff “L’Ombra dello Scorpione” alla Stephen King

ombra dello scorpione

Il Manzo Stroganoff è un piatto abbastanza classico per noi europei, ma che per gli americani ha un spesso un fascino particolare.
Ecco come King lo fa cucinare a Nadine ne L’Ombra dello Scorpione:

«Harold era arrivato al punto da considerare impossibile riuscire ad avere un mezzo pasto decente dalle scatolette, ma Nadine se la cavò egregiamente. […] Qualcosa di delicato veniva mescolato sul fuoco. Colse un aroma combinato di zuppa di cipolle francese, vino rosso e funghi. Il suo stomaco si lamentò. La giornata terribile perse immediatamente il suo potere contro il suo appetito.
“Profuma in maniera fantastica”.
“È una casseruola Stroganoff – rispose ritornandogli un sorriso – tutto improvvisato, mi spiace. La carne in scatola non è uno degli ingredienti raccomandati quando fanno questo piatto nei migliori ristoranti, ma…”».
Vediamo in questa veloce e semplice ricetta come cucinare un piatto per due persone

Ingredienti:

500 gr. di filetto di manzo
1-2 cipolle (circa metà del peso della carne)
100 gr. di farina
250 gr di funghi
30 gr. di burro
2 cucchiai di olio
80 ml. di panna acida

 

          

 

Preparazione:

Tagliare il filetto a straccetti e infarinarli.
Rosolare le cipolle affettate fino a trasparenza usando la metà del burro e l’olio.
Aggiungere i funghi tagliati a pezzetti.
Rosolare a parte la carne nel resto del burro, facendola colorire a fiamma alta.
Aggiungere la carne alle verdure e unire la panna acida.
Cuocere per un paio di minuti facendo ritirare la panna senza farla bollire.

 

Approfondendo:

In più di un’occasione (Cimitero Vivente, L’Ombra dello Scorpione…), King nomina il Manzo alla Stroganoff. Sospetto che gli piaccia il suono della parola, oltre che il gusto intenso del piatto. Attribuito a un cuoco russo di fine ‘800, è composto principalmente da carne di manzo e panna acida e viene servito accompagnato da del riso bianco. Fra le molte varianti, particolarmente gustosa l’aggiunta di senape di Digione, direttamente nel piatto.

 

Piccola Bibliografia:
L’Ombra dello Scorpione
Cimitero Vivente

L'ombra dello scorpione

Luca Fassina

Giornalista, sceneggiatore, scrittore, sono alla costante ricerca di qualcosa su cui concentrare le mie parole. Nato professionalmente con la redazione di Hard!, oggi scrivo per Classic Rock Lifestyle, Metal Maniac, Sergio Bonelli, Tsunami e, se hai un progetto, chiamami che ne parliamo. ‘A Tavola con Stephen King’ è un viaggio culinario tra le pagine colanti orrore, sangue e ketchup di uno degli scrittori più rock di sempre.


Caricando...