L’oca degli Occhi del Drago alla Stephen King

occhi del drago_stephen king

Nel 1987, lo stesso anno in cui esce ‘La Chiamata dei Tre’, il secondo libro de “La Torre Nera”, King pubblica Gli Occhi del Drago, una favola fantasy scritta per la figlia Naomi Rachel.

Un piatto tipico delle corti del tempo, era l’oca ripiena.

Ecco una ricetta veloce per sfamare sette-otto persone, l’oca degli Occhi del Drago alla Stephen King

INGREDIENTI:

1 oca da 3,5 kg.
400 gr. di lardo
400 gr. di carne di vitello
120 gr. di prosciutto crudo
60 gr. di uvetta
6 fondi di carciofo già cotti
1 cucchiaino di pepe macinato
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata grattugiata
6 chiodi di garofano interi
Sale e pepe qb.

PREPARAZIONE:

Mettere a bagno l’uvetta.
Disossare il petto entrando dalla parte posteriore dell’oca, facendo attenzione a non bucarne la pelle.
Asciugare l’uvetta.
Preparare un trito con lardo, carne di vitello e prosciutto crudo, aggiungere l’uvetta, i fondi di carciofo a spicchi e le spezie tritate.
Saltare il trito in una padella con dell’olio e, se necessario, aggiustare di sale.
Salare e pepare l’interno dell’oca, farcirla con il ripieno e cucirla.
Tuffarla in acqua bollente per qualche minuto, sino a che la carne non abbia cambiato colore.
Scolare e fare raffreddare.
Scaldare il forno a 220 gradi.
Infilzare con i chiodi di garofano interi.
Sistemare l’oca in una teglia e metterla in forno.
Cuocere per circa 90 minuti controllando la cottura: è pronta quando forandola ne esce un sugo limpido.


Approfondendo:

Il cattivone del libro, Randall Flagg, altri non è che un alias dell’Uomo in Nero, nemesi di Roland, il protagonista della saga de “La Torre Nera” In questa ambientazione prettamente medievaleggiante leggiamo come «la stufa diventava veramente calda e poteva essere usata per cucinare piccole porzioni di cibo. Se ci mettete un pezzo di antracite non più grande di una scatola di fiammiferi, riscalda per tutto il giorno… e se entrando in cucina le vostre dita maldestre capitano sulla stufa accesa, rischiate di ustionarvi di brutto».

Piccola Bibliografia:
Gli Occhi del Drago
L’ultimo Cavaliere
La Chiamata dei Tre
Terre Desolate
La Sfera del Buio
I Lupi del Calla
La Canzone di Susannah
La Torre Nera

occhi del drago_stephen king

Luca Fassina

Giornalista, sceneggiatore, scrittore, sono alla costante ricerca di qualcosa su cui concentrare le mie parole. Nato professionalmente con la redazione di Hard!, oggi scrivo per Classic Rock Lifestyle, Metal Maniac, Sergio Bonelli, Tsunami e, se hai un progetto, chiamami che ne parliamo. ‘A Tavola con Stephen King’ è un viaggio culinario tra le pagine colanti orrore, sangue e ketchup di uno degli scrittori più rock di sempre.


Caricando...