Il Pranzo del Ringraziamento alla Stephen King – 3/6 Le Salse

il pranzo del ringraziamento_ a tavola con stephen king

Le ricette per i menù del pranzo del ringraziamento variano molto da Stato a Stato, spesso anche da una contea all’altra, ma ci sono alcuni elementi imprescindibili che devono apparire sulla tavola di ogni americano: la salsa che accompagna il tacchino può essere fatta con i più svariati ingredienti:

Salsa di Mirtilli

Ingredienti:

230 gr. di zucchero
23 cl. di acqua
450 gr. di mirtilli rossi
230 gr. di mirtilli neri
1 arancia

Preparazione:

Mescolare in un pentolino acqua e zucchero sino a portare il composto ad ebollizione.
Aggiungere i mirtilli rossi e lasciar sobbollire per una decina di minuti.
Aggiungere tre quarti dei mirtilli neri e un paio di scorze di arancia.
Continuare a cuocere per una quindicina minuti, mescolando spesso.
Aggiungere i mirtilli restanti e lasciare raffreddare.

Salsa di Interiora

Ingredienti:

Collo, cuore, fegato e stomaco di tacchino.
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
1/2 cucchiaino di sale
3 cucchiai di grasso di cottura del tacchino
3 cucchiai di farina

Preparazione:

Tagliare carota, cipolla e sedano in cubetti di media dimensione.
Mettere in una casseruola a fuoco alto il collo, il cuore, lo stomaco, la verdura e il sale e ricoprire di acqua.
Portare ad ebollizione.
Abbassare la fiamma e fare sobbollire per quarantacinque minuti.
Aggiungere il fegato e cuocere per altri quindici minuti.
Separare il brodo in una ciotola, coprire e mettere in frigorifero.
Frullare carne e verdura sino ad ottenere un composto omogeneo.
Passare il grasso di cottura del tacchino in un setaccio.
Aggiungere una tazza di brodo caldo.
Lasciare riposare sino a quando il grasso non affiora.
Scartare tutto il grasso affiorato.
Riscaldare a fuoco medio il brodo, tre cucchiai di composto e aggiungere la farina e il sale mescolando con una frusta sino a fare ben amalgamare il tutto.
Fare riprendere sino ad ottenere la consistenza desiderata.

Approfondendo:

Tipiche del Maine – terra natia di King – sono le torte di carne e l’uso di ostriche, vista la vicinanza dell’Oceano. In realtà si ha traccia del prelibato mollusco in un libro di cucina del tardo Ottocento, in relazione a un ‘ripieno per tacchino a base di ostriche’ e di una ‘salsa di ostriche da usare al posto di quella di interiora’. Certamente, in quel tempo l’inquinamento non aveva ancora decimato la produzione di questo mollusco sulle coste americane, e il loro prezzo non aveva raggiunto l’attuale, che si avvicina a quello del ‘foie gras’.

Piccola bibliografia:
Danse Macabre
Christine

La settimana prossima: i Contorni.

il pranzo del ringraziamento_ a tavola con stephen king

Luca Fassina

Giornalista, sceneggiatore, scrittore, sono alla costante ricerca di qualcosa su cui concentrare le mie parole. Nato professionalmente con la redazione di Hard!, oggi scrivo per Classic Rock Lifestyle, Metal Maniac, Sergio Bonelli, Tsunami e, se hai un progetto, chiamami che ne parliamo. ‘A Tavola con Stephen King’ è un viaggio culinario tra le pagine colanti orrore, sangue e ketchup di uno degli scrittori più rock di sempre.


Caricando...