Cheesecake del Cucciolo alla Stephen King

cheesecake_cujo

In “Cujo” troviamo un vero inno delle particolari torte ipercaloriche chiamate sharp cake: sedici differenti varietà di dolci, dal Pound Cake (ricco composto di uova, burro, farina, nella quantità di una libbra ciascuno) al Crumb Cake (ricoperte di una crosta di briciole), sino alla sempiterna Cheesecake:

Ingredienti:

200 gr. di biscotti digestive
2 cucchiai di burro
300 gr. di zucchero
400 gr. di formaggio Philadelphia
3 uova
2 cucchiaini di essenza di vaniglia
1 limone
200 gr. di fragole
200 ml. di panna acida (se non la trovate già pronta, mescolate in parti uguali panna fresca e yogurt naturale greco, aggiungete un cucchiaio di succo di limone continuando a mescolare e lasciatela in frigorifero coperta per un’ora)

Preparazione:

Per preparare il Cheesecake pestare i biscotti in un mortaio senza ridurli in polvere.
Sciogliere il burro in un pentolino antiaderente.
Unire il burro ai biscotti e amalgamare con un uovo e il latte sino ad ottenere un impasto consistente e non troppo liquido.
Stendere il composto sul fondo di uno stampo a cerniera di una ventina di centimetri, precedentemente imburrato, formando una superficie compatta.
Mettere il tutto in frigorifero per 30 minuti.
Accendere il forno a 150°.
Montare il Philadelphia, aggiungete le uova, 200 gr di zucchero, 2 cucchiaini di essenza di vaniglia e 1 di limone formando un composto liscio e cremoso.
Versare il composto sulla base di biscotti.
Cuocere in forno per 30 minuti coprendolo con un foglio di alluminio.
Lasciare raffreddare.
Montare la panna acida con due cucchiai di zucchero, un cucchiaino di essenza di vaniglia e uno di limone.
Spalmare la copertura su tutto il dolce.
Rimettere in forno e cuocere per altri 10 minuti.
Fare raffreddare il tutto.
Lavorare le fragole con 3 cucchiai di zucchero e il limone sino ad ottenere una marmellata.
Coprire il dolce e mettere in frigo per almeno 3 ore.

Approfondendo:

Nel racconto “Il Corpo” (che ha ispirato il film Stand by Me – Ricordo di un’Estate) contenuto nella raccolta “Stagioni Diverse” leggiamo come «la mangiata di torte era un evento importante a Gretna. Forse molti venivano solo per divertirsi ma alcuni venivano per lasciare i loro soldi. […] C’erano sempre delle discussioni sulla torta ufficiale dell’anno: quella di mele era chiamata ‘pesante’, quella di albicocche ‘leggera’ (anche se un contendente ha dovuto prendersi un paio di giorni dopo aver inghiottito tre o quattro di quelle torte). Quell’anno, la torta ufficiale – mirtilli – era considerata una ‘buona media’ […] c’erano altre domande in quel momento: era un mangiatore veloce che stava rallentando o uno lento che incominciava a velocizzarsi quando le cose diventavano serie? Oppure semplicemente una buona forchetta?».

Piccola bibliografia:
Cujo
Stagioni Diverse

cheesecake_cujo

Luca Fassina

Giornalista, sceneggiatore, scrittore, sono alla costante ricerca di qualcosa su cui concentrare le mie parole. Nato professionalmente con la redazione di Hard!, oggi scrivo per Classic Rock Lifestyle, Metal Maniac, Sergio Bonelli, Tsunami e, se hai un progetto, chiamami che ne parliamo. ‘A Tavola con Stephen King’ è un viaggio culinario tra le pagine colanti orrore, sangue e ketchup di uno degli scrittori più rock di sempre.


Caricando...