Slayer: Dave Lombardo licenziato per questioni di soldi

Dave Lombardo

Questa mattina, aprendo FB per dare un’occhiata a cos’era stato postato in notturna, la prima notizia mi ha lasciato di sasso: una lettera aperta di Dave Lombardo, postata sulla sua pagina, in cui informa i fan australiani che durante il prossimo tour dietro alla batteria non ci sarà lui! Posto qui la traduzione della lettera, courtesy of Paolo Bianco di Soundsblog.it:

Vorrei scusarmi con tutti i nostri fan in Australia che hanno comprato i biglietti per vedermi suonare al mio solito posto dietro la batteria.
Il 14 Febbraio mi è stata mandata una notifica per la quale io non sarò il batterista degli Slayer durante il tour australiano. Personalmente sono rattristato, e onestamente anche shockato, da questa situazione.

L’anno scorso ho scoperto che il 90% degli incassi dei tour degli Slayer vengono dedotti come spese ‘vive’, compreso al esempio lo stipendio pagato al management. E’ una perdita di soldi quantificabile in milioni di dollari, e lascia solo il 10% dei ricavati da dividere fra noi quattro della band. Secondo me, questo non è il modo in cui si dovrebbero trattare gli affari. Ho provato a indagare su come ciò sia stato possibile, avvisando i miei compagni di cosa staca succedendo, e Tom e io abbiamo assunto dei revisori di conti – ma alla fine ci è stato impedito l’accesso ai documenti e alle informazioni dettagliate.

Ho trascorso le vacanze di Natale e Capodanno scoprendo che avevo girato il mondo nel 2012, ma che non ero ancora stato pagato, a parte un piccolo anticipo.
Inoltre, mi è stato detto che non sarei stato pagato finchè non avessi pagato un lungo contratto secondo il quale non era specificato quanto mi sarebbe stato dovuto. Mi era inoltre proibito rilasciare interviste di qualsiasi tipo legate alla band.

Lo scorso Lunedì mi sono seduto con Kerry e Tom per provare i pezzi da suonare in Australia, e ho proposto un nuovo modello di business che pensavo fosse la mossa giusta per il compenso di tutti. Kerry ha detto subito che non era intenzionato ad apportare modifiche, e mi ha detto che se volevo discutere la sua decisione, si sarebbe trovato un nuovo batterista. Giovedì 14 Febbraio sono arrivato alle prove all’una del pomeriggio, come previsto, ma Kerry non s’è fatto vivo. Alle 18:24 ho ricevuto una email dagli avvocati che mi comunicavano la mia sostituzione per il tour in Australia.

Rimango fiducioso che la questione possa essere risolta. E voglio scusarmi ancora con i fan australiani, che si aspettavano di vedermi alla batteria. Voglio vedervi tutti in futuro.

Con affetto,
Dave Lombardo.

Il sostituto sarà Jon Dette, che ha già suonato negli Slayer nel ’96 durante il tour di “Undisputed Attitude”. Io sto cercando -con un grandissimo sforzo- di non esplodere nei confronti di KK, quindi attenderò una replica della band e poi trarrò le mie conclusioni. Di sicuro, se a Milano il 20/6 non ci sarà Dave, un po’ degli ingredienti del passato di verdure “Call Any Vegetable” me li porto all’Alcatraz e gioco a “centra il pelato”.

 

Perchè Dave non si tocca!
Photo © Paolo Bianco

Enrico Salvini

Metallaro, papà casalingo 24/7, motociclista (momentaneamente appiedato, ma con tre cassonetti a due ruote fuori uso in garage), amante di viaggi, serials, film, comics e tavole originali. Cinque anni di istituto alberghiero buttati giù per lo scarico, ma difficilmente ricevo rifiuti quando invito amici a cena. Se portassi simboli religiosi addosso, alla catenina ci sarebbe appeso un hamburger, medium-rare. Curo la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...