Morto Jeff Hanneman degli Slayer

Jeff Hanneman

Continuano i guai in casa Slayer ma, se ad alcuni si può mettere mano, per l’ultimo non c’è nulla da fare.
Ieri, 2 maggio, sul loro sito Facebook è apparsa questa notizia: “Gli Slayer sono devastati dal dover informare che il loro compagno e fratello, Jeff Hanneman, è morto questa mattina alle 11 nei pressi di casa sua nella California del sud. Hanneman era in un ospedale della zona quando è stato colpito da insufficienza epatica. Gli sopravvivono sua moglie Kathy, i suoi fratelli Michael e Larry, e ci mancherà molto. Il nostro fratello Jeff Hanneman, che riposi in pace (1964-2013).”

Ormai erano due anni che Jeff non suonava più con la band a causa della fascite necrotizzante causata da un morso di ragno e che gli aveva causato lesioni molto gravi, tali da impedirgli di suonare. Era infatti stato sostituito on stage brevemente da Pat O’Brien (Cannibal Corpse) e in maniera più stabile da Gary Holt (Exodus). 

Come fan degli Slayer dall’uscita di “Show No Mercy” nel 1984, sono io stesso devastato da questa perdita, anche perchè Jeff aveva solo 49 anni. Sebbene adori Gary Holt, gli Slayer sono Tom/Dave/Jeff/Kerry, quindi da oggi i veri Slayer non esistono più e il mondo del metal ha perso uno dei suoi più grandi protagonisti.

Downbound to South of Heaven, Jeff: grazie della musica.

 

 

Jeff Hanneman

Jeff Hanneman

Enrico Salvini

Metallaro, papà casalingo 24/7, motociclista (momentaneamente appiedato, ma con tre cassonetti a due ruote fuori uso in garage), amante di viaggi, serials, film, comics e tavole originali. Cinque anni di istituto alberghiero buttati giù per lo scarico, ma difficilmente ricevo rifiuti quando invito amici a cena. Se portassi simboli religiosi addosso, alla catenina ci sarebbe appeso un hamburger, medium-rare. Curo la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...