Il rimpianto di Roger Daltrey? Non essere riuscito a salvare Keith Moon

The-Who

I successi, riconoscimenti e soddisfazioni nella vita del frontman degli Who, Roger Daltrey, neanche si conteranno più. Ma c’è un rimpianto che lo ha sempre accompagnato dal lontano 7 settembre del 1978, il giorno in cui scomparve per un’overdose di farmaci il compagno ed amico Keith Moon. E’ ormai noto lo stile di vita che ha caratterizzato l’esistenza del batterista, un mix fra eccessi, genio e follia: la sua morte, avvenuta all’età di 32 anni, fu proprio causata da un medicinale prescrittogli per combattere la sua dipendenza dall’alcolismo. Daltrey ha ammesso di aver provato pentimento per non essere riuscito a salvare da una fine annunciata il batterista, anche se ritiene che il suo collega non avrebbe voluto vivere la fase di vecchiaia e decadenza: “Ho un’idea che fa credere che Keith non avrebbe voluto diventare vecchio. Lui voleva essere il più grande batterista rock di tutti i tempi e fu proprio così che se ne andò“. Il cantantesi è detto spinto a realizzare un disco solista, “perchè voglio continuare a cantare e non intendo proporre a vita le canzoni degli Who, sebbene sia quello che il pubblico richiede”. Nelle scorse settimane aveva ventilato anche la possibilità di un nuovo lavoro della rockband, anche se l’ago della bilancia è affidato a Pete Townshend: “Non si sa mai. Pete è quel genere di persona che improvvisamente scrive tantissimo materiale e ti dice ‘Corriamo a registrare’. E così potrebbe nascere un nuovo album”. Facendo un quadro generale dell’attività musicale del gruppo, Daltrey ha espresso grande soddisfazione: “La verità è che ho sempre apprezzato quel che abbiamo realizzato. I nostri album hanno sempre riflettuto i nostri particolari momenti di vita. Tutti contengono differenti colori, così come diversi sentimenti. Se devo scegliere una canzone su tutte direi “Behind Blue Eyes“. Ho negli occhi quel giorno: il mio cane era stato ucciso ed ero a dir poco furioso. E quella rabbia venne tutta fuori nella mia voce, come potete sentire dalla registrazione“.


By Liveradio365.com

liveradio365

Siamo nati nel segno di un’unica grande passione: il rock! 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 trasmettiamo la migliore musica di tutti i tempi, gli indimenticabili classici affiancati alle novità del momento e alle grandi anteprime. Vi offriamo le rock news più aggiornate, tante rubriche, concerti e curiosità, arricchite da un'ampia programmazione di intrattenimento, sport e informazione. Tutto il rock che vuoi lo puoi trovare solo qui…perchè noi lo amiamo proprio come voi. www.liveradio365.com


Caricando...