Pollo al Burro alla Bad Religion

Pollo alla Bad Religion

di Barbara Tauscheck
http://www.lacucinadibabe.it/

I Bad Religion sono in assoluto il mio gruppo preferito.
La loro musica mi arriva dritta dritta allo stomaco.
Ha la capacità di risollevarmi dai periodi più difficili.
Io dico sempre: chi ascolta i Bad Religion non può essere depresso!
Se cercate la definizione di questo gruppo su wikipedia troverete scritto così:
i Bad Religion sono un gruppo musicale hardcore punk statunitense formatosi nel 1979 a Los Angeles, principali esponenti del sottogenere dell’hardcore melodico. Nasce dalla mente e dal disagio esistenziale di Greg Graffin, al secolo Gregory Walter Graffin, cantante e compositore, di Brett Gurewitz, chitarrista, compositore, produttore e di Jay Bentley, al basso elettrico.
E’ proprio dalla mia mente e dal disagio derivante da una giornata da dimenticare che nasce questo pollo al burro, da mangiare rigorosamente con le mani accompagnato da delle meravigliose patate.
Sarà così impossibile che un meraviglioso sorriso non si presenti prepotentemente sul vostro viso al ritmo di True North, singolo che da il titolo al nuovo album.

Ingredienti:

1 kg. di busto di pollo
50 gr. di burro
1 rametto rosmarino
1 cucchiaio di succo di limone
Sale fino
Pepe
4 grosse patate rosse
Una manciata di sale grosso
2 cucchiai olio d’oliva

Preparazione:

Accendere il forno a 200°.
In una ciotola mescolare il burro con un pizzico di sale, una grattugiata di pepe, un cucchiaio di succo di limone e gli aghi di un rametto di rosmarino tritati.
Prendere quindi il busto di pollo e bruciacchiare, con il fuoco del fornello, gli eventuali peli rimasti.
Una volta fatto questo appoggiarlo in una teglia da forno e, con l’aiuto delle mani, passare il burro su tutta la superficie del pollo, sotto la pelle in modo da ricoprirlo tutto e anche all’interno. Massaggiare per bene facendo quasi assorbire il composto che avete preparato così che la carne, durante la cottura, prenda un gusto nuovo.
Io ho usato il burro comprato in una fattoria, quindi “pannoso”. Se non avete la mia fortuna e siete lontani da una fattoria, comprate comunque del burro di buona qualità in quanto indispensabile per la buona riuscita di questo piatto.
Prendere quindi le patate rosse, lavarle e tagliarle a pezzi lasciando la buccia.
Metterle nella teglia insieme al pollo, spargervi sopra una manciata di sale grosso e versare due cucchiai di olio d’oliva.
Infornare per 60 minuti.

Barbara Tauscheck

Quelli con la camicia bianca e le Hogan mi chiamano “strana” e “tatuata”. Nella mia testa ci sono musica, tatuaggi, cinema e l’abbigliamento di Camden Town. Alla novelle cuisine preferisco il “mappazzone”, perché la cucina che amo è umana, pratica, realizzabile, e per farla somigliare ancor più a me stessa non rinuncio ad estro creativo, originalità e influenze da tutto il mondo. Il mio blog (www.lacucinadibabe.it) vuole dare mille suggerimenti per la vita di tutti i giorni, dimostrando che cucinare non è difficile… serve solo l’idea giusta e qualche indicazione mirata.


Caricando...