Lamburger “The Wedding of the Lamb”

Lamburger “The Wedding of the Lamb”

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, magari con qualche amico che non ha voglia di arrostire un intero agnello ma si accontenterebbe di qualcosina di più semplice e meno impegnativo, tipo un lamburger (si, con la L).

Per un qualche motivo, per me l’agnello è sinonimo di cucina greca, quindi quando ho pensato a questa ricetta mi è venuto spontaneo abbinare la carne con una classica (nonchè semplice, veloce e gustosa) insalata greca, così come mi è venuto anche spontaneo nominare questo hamburger “Rotting Christ“, vista la provenienza della band, ma gli inferi si spalanchino e mi inghiottano se non ho beccato un’occhiataccia da tutti coloro a cui ho menzionato la cosa. Quindi ho pensato bene di “sposare” agnello e insalata in nome di un brano degli ellenici prog-rockers Aphrodite’s Child. Non senza prendermi una piccola rivincita, visto che il pezzo è contenuto nell’album “666“… ]:)

Ingredienti per quattro amici che hanno voglia di uscire dalla tradizione ma non troppo:

800 gr. di polpa di agnello
100 gr. di feta
200 gr. di tzatziki
4 foglie di lattuga o riccia
4 fette di pomodoro maturo alte almeno 5 mm.
1 cipolla rossa a fette (c’è chi preferisce una fetta spessa e chi un mucchietto di fettine sottili: vedete voi…)
1 vasetto di patè di olive nere
4 panini da hamburger
Sale e pepe

 

Procedimento:

– Tagliare a fette la cipolla, metterla in una tazza piena di acqua ghiacciata e lasciare in immersione per 5′. Scolare bene;

Assemblare i lamburger (cliccate sul link per la descrizione accurata), ma con una piccola differenza: invece di fare una singola palla per ogni hamburger, farne due grandi la metà, schiacciarne una sul palmo della mano, appoggiarci sopra due/tre fette di feta spesse circa 5mm, poi appoggiarci sopra l’altra palla e sigillare il tutto in modo che stia insieme e che il formaggio fuso non possa uscire;

Lamburger “The Wedding of the Lamb”

Lamburger “The Wedding of the Lamb”

– Scaldare la griglia a fuoco medio/alto;

Cuocere i lamburger (cliccate sul link per la descrizione accurata);

– Tagliare i panini e tostarli;

– Girare gli hamburger, salarli e peparli;

– Spalmare il patè di olive (non siate timidi, abbondate pure) sulla parte inferiore del panino;

– Impilare sopra il patè di olive l’insalata, il pomodoro e la cipolla;

– Adagiare l’hamburger sulle verdure;

– Coprire l’hamburger con due belle cucchiaiate di tzatziki;

– Chiudere il panino, afferrarlo saldamente e sbrodolarsi con i copiosi succhi che ne sgorgheranno.

 

Lamburger “The Wedding of the Lamb”

Lamburger “The Wedding of the Lamb”

Enrico Salvini

Metallaro, papà casalingo 24/7, motociclista (momentaneamente appiedato, ma con tre cassonetti a due ruote fuori uso in garage), amante di viaggi, serials, film, comics e tavole originali. Cinque anni di istituto alberghiero buttati giù per lo scarico, ma difficilmente ricevo rifiuti quando invito amici a cena. Se portassi simboli religiosi addosso, alla catenina ci sarebbe appeso un hamburger, medium-rare. Curo la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...