Cheeseburger piccante al bacon “I’m on fire”

Cheeseburger piccante al bacon "I'm on Fire"

Giù la maschera, perchè adesso qui si fa sul serio.Niente hamburger sofisticati o con ingredienti fuori dall’ordinario, ma un classico cheeseburger da veri uomini.

Non potrebbe essere altrimenti, essendo dedicato nientemeno che a Johnny Cash, “L’uomo in nero” icona del country che, nella sua sterminata discografia e durante la sua carriera (durata quasi mezzo secolo!) non ha esitato a indulgere nel blues, nel folk, nel gospel e -soprattutto agli inizi- nel rock’n’roll. Decenni di musica che gli sono infatti valsi l’inserimento nelle Country Music Hall of Fame, Rock and Roll Hall of Fame e Gospel Music Hall of Fame: non è una cosa da tutti, così come questo hamburger in cui lo spessore degli ingredienti è robusto e consistente come il cipiglio dell’Highwayman.

Ora, perchè tra le migliaia di brani scritti da Cash, alcuni dei quali parte della coscienza collettiva americana, scegliere “I’m On Fire”, un brano di Bruce Springsteen che Cash ha coverizzato nel tributo al Boss “Badlands: A Tribute to Bruce Springsteen’s Nebraska”? Gli aficionados di questo sito forse ricorderanno che “Born in the U.S.A.” è stato il primo hamburger che abbiamo qui pubblicato, quindi mi è parso un giusto tributo incrociato tra classici.

Ingredienti per quattro cowboys appena scesi dai loro pick-up:

800 gr. di spinacino macinato due volte
8 spesse fette di bacon (6 mm. sono una buona base di partenza)
4 belle fette di formaggio fondente (fontina, montasio, gouda…)
200 gr. di salsa BBQ piccante
1 grossa cipolla bianche o rossa
1 o 2 dei vostri peperoncini preferiuti, tagliati a rondelle sottili. Vedete voi se tenere o buttare i semi
Sale
Pepe
4 panini da hamburger
2 griglie da gas o 1 da barbecue

Procedimento:

– Tagliare il fondo e la cima della cipolla, sbucciarla, tagliarne quattro fette alte almeno 8 mm.;

– Tagliare a metà le fette di bacon;

– Scaldare una piastra da gas a fuoco medio-basso OPPURE, dopo aver fatto le braci come al solito nel barbecue, spargerle in modo che metà della griglia ne abbia sotto 2/3 e l’altra 1/3;

– Spennellare d’olio la piastra/griglia;

– Mettere le cipolle e le fette di bacon sulla piastra OPPURE sulla parte meno calda della griglia. In questo modo le cipolle si cuoceranno lentamente mentre gli zuccheri vengono a galla e il grasso del bacon si scioglierà con calma senza bruciare;

Assemblare gli hamburger;

– Girare le cipolle e il bacon;

– Scaldare l’altra piasta a fuoco medio-alto e spennellarla d’olio;

– Mettere gli hamburger sulla piastra ben calda o sulla parte più calda della griglia per 3′;

– Girare gli hamburger e spennellare la parte superiore con la salsa BBQ;

– Girare le cipolle e il bacon e spennellare la parte superiore con la salsa BBQ;

– Girare nuovamente gli hamburger, abbassare il fuoco (o spostarli dalla parte meno calda della griglia), spennellarli di salsa BBQ, metterci sopra la fetta di formaggio e coprire con un coperchio;

– Girare le cipolle e il bacon, alzare il fuoco (o spostarli dalla parte più calda della griglia), spennellarli di salsa BBQ e lasciar friggere il bacon fino a quando è croccante;

– Tagliare i panini e tostarli;

– Spalmare la parte inferiore del panino di salsa BBQ, metterci sopra l’hamburger col formaggio, aggiungere la fetta di cipolla, coprire con il bacon e le rondelle di peperoncino, spalmare la parte superiore del panino di salsa BBQ.

A questo punto addentate senza remore e, dopo essere finiti “on fire”, inizierete pure a vedere i “ghost riders in the sky“.

Cheeseburger piccante al bacon "I'm on Fire"

Cheeseburger piccante al bacon “I’m on Fire”

Enrico Salvini

Metallaro, papà casalingo 24/7, motociclista (momentaneamente appiedato, ma con tre cassonetti a due ruote fuori uso in garage), amante di viaggi, serials, film, comics e tavole originali. Cinque anni di istituto alberghiero buttati giù per lo scarico, ma difficilmente ricevo rifiuti quando invito amici a cena. Se portassi simboli religiosi addosso, alla catenina ci sarebbe appeso un hamburger, medium-rare. Curo la rubrica RicetteRock su Panorama.it


Caricando...