Pasta con crema di cavolo nero alla Bandabardò

pasta con crema di cavolo nero

Ascolto consigliato: “Juste le temps” by Bandabardò

Il cavolo nero.
Una delizia tutta invernale, che per essere buono ha bisogno delle prime gelate.
Ingrediente principe della ribollita toscana e della zuppa livornese.
Ma a noi piace spaziare, sperimentare, utilizzare ingredienti classici in modo inaspettato e allora ci faremo una crema deliziosa per condirci la pasta.
Magari di Gragnano, magari dei paccheri che assorbano tutto il sapore.
E ci facciamo accompagnare da una band che non è molto rock musicalmente ma lo è nel modo di fare musica.
La mia amatissima Bandabardò, che ha una storia favolosa, che fa musica trascinante e coinvolgente, anche quando si tratta di una dolce ballata cantata in francese da Herriquez.
Juste le temps, appena il tempo che vi ci vorrà per cuocere la pasta e fare la salsa e poi potrete farvi cullare da queste suadenti note…

Pasta con crema di cavolo nero alla Bandabardò

Ingredienti per 4 persone:

500gr di paccheri
800gr di cavolo nero
150cc di panna vegetale da cucina
1 spicchio di aglio
1 peperoncino fresco intero
2 cucchiai di olio
150gr di pecorino toscano grattugiato

Procedimento:

Mondate il cavolo nero: lavatelo bene, tagliate la parte finale delle foglie e affettatelo grossolanamente.
Sbucciate e schiacciate l’aglio, affettate il peperoncino.
In una pentola mettete il cavolo nero e coprite di acqua bollente, mettete sul fuoco e fate cuocere per circa 15 minuti.
Le foglie dovranno essere morbide ma la parte centrale può rimanere un po’ dura.
Scolatelo e intanto mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta.
In una padella mettete l’olio, l’aglio e il peperoncino.
Accendete il fuoco e appena inizi a sfrigolare mettete il cavolo nero.
Salate per bene e fate cuocere 5 minuti.
Appena bolle l’acqua salatela, buttate la pasta e cuocete per 12 minuti o quanto indicato nella confezione.
Mettete il cavolo nero in un bricco con la panna e frullatecon un frullatore ad immersione.
Rimettete la crema sulla padella.
Scolate la pasta e mettetela nella padella con la crema di cavolo.
Accendete il fuoco a fiamma media e saltate qualche minuto mantecando con un po’ di acqua di cottura della pasta.
Trasferite sui piatti e fate cadere una bella nevicata di pecorino su ogni porzione.
Apritevi una buona bottiglia di vino, rilassatevi e fatevi coccolare da questa delizia invernale.

Tania Gallus

Food writer, musicalmente curiosa, rock fashion victim, aperta a nuove esperienze culinarie e fondamentalmente pazza. Amante della musica rock soprattutto se accompagnata da qualcosa che sfrigola sui fornelli, proprio come un vecchio vinile sfrigola sul piatto. Cura la rubrica La Cucina in Vinile.


Caricando...